Pagine

martedì 7 giugno 2011

Vortici scaccia frustrazione

013




Questo è uno di quei giorni in cui mi prende la frustrazione, perché la vita non è come la vorresti e le cose vanno esattamente al contrario di come dovrebbero andare, quando il tuo cuore desidera cose che non può avere e la tua mente vaga nei ricordi, nelle speranze, ma nello stesso tempo  ha paura di fare un passo avanti, di voltare pagina di lasciarsi alle spalle ciò che è stato, perché in fondo ciò che è stato era un conforto.
Quando mi sento così  diciamo “confusa” c’è solo una cosa che mi fa sentire meglio, impastare…mi libera la mente e il movimento di schiacciare, girare, arrotolare mi rilassa, ma da un’anima in pena cosa poteva venire fuori????? UN VORTICE.

Ingredienti per circa 15/18 vortici:
300 gr farina “0”  più  80 gr di  farina manitoba
13 gr lievito di birra fesco
200 ml di acqua tiepida
3 cucchiai di olio ex
mezzo cucchiaino di malto d’orzo

ripieno:
pomodoro fresco a fettine
zucchine tagliate a tocchetti, passate in forno per 5/10 minuti
scamorza a tocchetti
origano, sale e pepe.

Procedimento:
Setacciare le farine, miscelarle bene e incominciate a impastare aggiungendo l’acqua in cui avete sciolto il lievito, aggiungere il malto e poi l’olio, continuando ad impastare, unire per ultimo il sale, l’impasto deve risultare liscio, a questo punto mettere a lievitare coperto con pellicola da cucina, in luogo tiepido fino al raddoppio.
Quando l’impasto è ben lievitato, stenderlo in un rettangolo, aiutandosi con il mattarello (evitando però di lavorarlo troppo),e riempirlo, con i condimenti, arrotolare ben stretto e tagliare delle girelle che metterete in una teglia con carta da forno, per la seconda lievitazione di circa 1 oretta, passato questo tempo, infornare in forno preriscaldato a  200°/220° per circa 20 minuti.



foto dopo la seconda lievitazione
008






011

25 commenti:

  1. ma che delizia!!!! non si direbbe proprio che vengono da un'anima in pena, ma da un'abile impastatrice, complimentoni e tanti baci

    RispondiElimina
  2. Stupende ti sono venute benissimo!!!Anche io oggi ho una giornata un po' storta forse e' il caso che mi metta ad impastare anche io ah ah!!!Bacioni!!

    RispondiElimina
  3. Bè, se quando sei frustrata crei delizie di questo genere, quando sei felice e serena cosa sforni?!??
    Sono una meraviglia, bravissimaaaaaa

    RispondiElimina
  4. Ho pasticciato anch'io oggi..ma vedendo questi vortici molto golosi mi sa che metterò le mani in pasta anche domani! Bravissima

    RispondiElimina
  5. Direi che i tuoi vortici sono eccezionali. Bravissima. Con il tuo commento mi hai fatto venire voglia di brodo e passatelli. Mannaggia. Ciao, un bacione

    RispondiElimina
  6. Anch'io avrei tanto bisogno di un paio di vortici in questo momento....

    RispondiElimina
  7. Buona questi vortici, talmente buoni che mi gira la testa.. CIAO SILVIA (con l'occasioni mi sono pure unita ai tuoi lettori fissi)

    RispondiElimina
  8. Ciao Angela, se ti fa staccare la mente da quello che ti provoca uno stato di confusione impasta e continua ad impastare. Magari dopo questo allontanamento dai turbinìi dell'anima riesci ad avere quel barlume di serenità che ti aiuta ad affrontare meglio tutto. Magari no, ma almeno te ne sei staccata un po'. Ah, le scacce, una meraviglia della nostra terra. E certo che di meraviglie questa isola ne ha da vendere, non solo cose brutte, e cerca di farlo capire a quei polentoni che credono che giriamo ancora con il fazzoletto in testa vestite di nero. Un abbraccio con tutto il sole siciliano e con tutto il mio affetto!

    RispondiElimina
  9. Capisco anche io quando ho qualche problema o qualche preoccupazione cucino...tanto che poi non so a chi dare tutti i dolci che creo...cmq amo la pasta arrotolata, le girelle,come le chiami tu, sono di una golosità assurda!

    RispondiElimina
  10. Grazie per le belle parole, grazie a tutte.

    RispondiElimina
  11. Ultimamente anche a me capita spesso di riflettere e pensare al mio futuro. Quello che faccio adesso non è quello che voglio, ma seguire i miei sogni mi spaventa. E' un salto nel buio e poi non c'entra proprio niente con la mia laurea. Come te quando ho questi momenti creo in cucina. Ottimi questi vortici, sono uno spettacolo!
    Prima o poi sono certa che il vento cambierà e saremo più soddisfatte!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. ti capisco bene,le giornate no distruggono, tolgono vitalità, energia. Anche io mi rifugio nella cucina! Complimenti per questi splendidi vortici, li trovo molto molto gustosi! un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Capita la giornata storta l'importante è non farsi abbattere. Cadere è possibile, ma rialzarsi è indispensabile. Un bacio e un abbraccio

    RispondiElimina
  14. invitanti i tuoi vortici,che bonta'!

    RispondiElimina
  15. Impastare è sempre un ottimo rimedio per sentirsi un po' meglio! Su col morale e, anche se nn conosco la tua situazione, ti assicuro che a volte, avere il coraggio di voltar pagina, è proprio quello che ci vuole! Forza e coraggio quindi! Cos'hai da perdere? ;-)

    RispondiElimina
  16. Ti sgraffigno un paio di vortici scaccia frustrazione: in questo momento cascano a pennello! :-)

    RispondiElimina
  17. ciao Riccioli, impastare è sempre rilassante, anche per me! I gesti col tempo diventano meccanici e la mente vaga libera, in cerca di risposte. Spero che tu abbia trovato quelle che cercavi... ed anche un po' di pace!
    I tuoi vortici sono davvero golosissimi.
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Come ti capisco cara! Per me è la stessa cosa: impastare è terapeutico! Ti mando un abbraccio con l'augurio che tutte le nuvole vengano spazzate via da un fresco venticello primaverile!
    Anna

    RispondiElimina
  19. Mi spiace per "l'anima in pena" ma questi vortici meritano tanta gustosa attenzione... e tra un impastamento e un altro anche l'anima (vedrai) che si rilasserà. Un bacione grande grande ;-)

    RispondiElimina
  20. diciamolo pure un vortice di gusto che aiuta la stomaco e il pensieri :-))

    RispondiElimina
  21. Sai che anche a me aiuta molto?e queste girelle sono sfiziosissime!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  22. sono proprio belli, lievitati davvero bene, si vede che la malinconia che ti ha presa è stata fatalmente positiva per i tuoi vortici farciti!

    RispondiElimina
  23. L'importante è vedere anche il lato positivo delle cose e......questo piatto direi possa esserlo alla grande!!!! Invitante da matti!!! Belle le fotografie!!!! Con l'occasione mi sono unita ai tuoi lettori fissi:):).
    ciao e a presto Lalla

    RispondiElimina
  24. ti capisco, anche a me fa molto molto bene mettere la letteralmente le mani in pasta quando mi sento "confusa", come giustamente dici tu... questi vortici sembrano fantastici. Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  25. non so se è un bene impastare quando si è "confusi" come dici tu...io sono sempre "confusa" e pasticcio di continuo, solo che adesso oltre ad essere confusa sono anche grassa!
    Comunque complimentoni per questa ricetta, ha l'aspetto invitante!

    RispondiElimina